Skip to main content
  • Lo shop Bio più amato dalle famiglie
  • Lo shop Bio più amato dalle famiglie
  • Torna indietro

    Legumi: perché fanno bene al nostro organismo

    Condividi:

    Troppo spesso sottovalutati, i legumi sono molto importanti per il benessere del nostro organismo e, se inseriti in una dieta corretta e bilanciata, sono portatori di grandi benefici.
    Appartenenti alla famiglia delle leguminose, i legumi sono semi commestibili molto ricchi a livello nutrizionale: forniscono al nostro organismo una buona dose di proteine e sali minerali.

    legumi benefici e proprietà
    I legumi possono essere consumati freschi, in scatola, surgelati o secchi: mantengono comunque le loro proprietà benefiche e il loro potere nutritivo.

    Le tipologie di legumi presenti in natura sono numerose e ognuna di esse vanta peculiarità specifiche: i fagioli hanno un alto potere energetico, i ceci sono ottimi per chi necessita di ferro e calcio, le fave e le lenticchie sono ricche di sali minerali e i piselli fanno bene alla pressione sanguigna, solo per citarne alcuni tra i più noti.

    Ma i benefici dei legumi non finiscono qui:
    – sono ricchi di vitamine del gruppo B e di sali minerali (es.calcio, ferro, fosforo, potassio, magnesio)
    – contengono vitamina C
    – hanno grandi capacità antiossidanti
    – hanno un forte potere energetico
    – sono poveri di grassi
    – contengono una grande quantità di fibre 
    – aiutano a combattere la pigrizia intestinale

    legumi fanno beneE’ bene sottolineare che i legumi da soli non sono sufficienti per soddisfare l’apporto proteico e nutrizionale di cui il nostro corpo necessita: per questo motivo è molto importante abbinarli sempre a cereali e verdure. Pasta e fagioli e riso e piselli, ad esempio, sono dei piatti unici completi e nutrienti oltre che sazianti: i legumi infatti contribuiscono a creare rapidamente un senso di sazietà e, sia per questo motivo che per il loro potere nutrizionale ed energetico, sono spesso consigliati anche nelle diete.

    Spesso chi non è abituato a mangiare con regolarità i legumi, accusa un senso di gonfiore e flatulenza. Si tratta di una cosa normale che si attenua notevolmente quando il fisico si abitua a mangiare con costanza e regolarmente i legumi, tuttavia pare che aggiungere una foglia di salvia o di alloro durante la cottura aiuti ad attenuare questa problematica. In caso di legumi secchi, per ridurre la quantità di gas che si viene a creare nell’intestino, è importante anche rispettare i tempi di ammollo (12-24h): ammorbidendo per bene la cuticola si riducono i tempi di cottura e aumenta decisamente la digeribilità dei legumi. Ricordate però che l’acqua di ammollo non deve essere mai usata per la cottura dei legumi perché serve a pulire e a liberare il legume allo stato secco da alcune sostanze.

    Qualche consiglio in cucina:
    – Prima di cucinare i legumi, sciacquarli sempre sotto acqua corrente
    – Cuocerli con attenzione, rispettando le tempistiche indicate
    – Aggiungere il sale solo a fine cottura perché, durante la cottura, il sale indurisce l’involucro del seme