Skip to main content
  • Lo shop Bio più amato dalle famiglie
  • Lo shop Bio più amato dalle famiglie
  • Torna indietro

    By 6 Ottobre 2017Gennaio 28th, 2022No Comments / Ricette

    Medaglioni Vegan di melanzane

    Condividi:

    • Durata: 65 minuti
    • Persone: 4
    • Difficoltà: 1
    • Ingredienti
    • 800 g Melanzane
    • 50 g Farina di mandorle
    • 100 ml Latte di soia
    • 3 cucchiai Farina di Ceci
    • 30 g Crusca di avena italiana
    • 1/2 spicchio Aglio
    • q.b. Sale fino
    • q.b. Arbe – Pepe nero macinato
    • 2 rametti Menta
    • q.b Olio di semi vari
    • Lava le melanzane e con una forchetta forale in più punti, poi disponile in una teglia foderata con un foglio di carta da forno, bagnato e strizzato, e cuocile in forno già caldo a 200° per 50 minuti, girarle di tanto in tanto.
    • Una volta cotte, quindi completamente morbide, taglia le melanzane a metà nel senso della lunghezza e con un cucchiaio estrai la polpa, eliminando buccia e picciolo.
      Per far perdere acqua al composto adagia il tutto in modo omogeneo sopra più fogli di carta assorbente sovrapposti, poi con un altro foglio di carta assorbente tampona delicatamente la superficie del composto. Lascia riposare per almeno un’ora.
    • Trasferisci la polpa di melanzane nel recipiente del mixer e unisci le foglie di menta spezzettate, la farina di mandorle e quella di ceci, metà spicchio di aglio, pepe e sale. Quindi aziona il mixer fino a ottenere un composto omogeneo.
    • Forma con le mani inumidite le polpette, grandi circa come un’albicocca, appiattite leggermente e passale nel latte di soia, poi nella crusca di avena. Prima di friggere le polpette, lasciale riposare in frigo per una mezz’ora in modo da farle rassodare bene.
    • Prendi una padella e mettetila sul fuoco con abbondante olio di semi, quando questo sarà ben caldo friggi le polpette finché saranno dorate.
    • Scolale su carta assorbente da cucina e portale a tavola.
    • * Se non avete la farina di mandorle, potete prendere 50 grammi di mandorle sgusciate e spellate e con l’aiuto di un mixer ridurle a granella molto sottile, quindi a farina.