Skip to main content
  • Lo shop Bio più amato dalle famiglie
  • Lo shop Bio più amato dalle famiglie
  • Torna indietro

    Sokkar: la ceretta naturale fai da te

    Condividi:

    Sole, mare, piscina, parco… le nostre gambe sono sempre in primo piano!
    E quando si parla di gambe c’è una cosa che ci accomuna praticamente tutte: la depilazione.

    I metodi e le preferenze sono molteplici, quel che è certo è che in estate bisogna dedicare qualche attenzione in più e, perché no, anche qualche coccola!

    gambe-pesanti-1024x768

    Per questo motivo oggi parliamo di un particolare tipo di ceretta super efficace, ecologica, naturale e anche economica!

    No, non è un sogno: si chiama Sokkar e si tratta di un metodo di depilazione che ha antiche origini mediorientali e che ultimamente sta tornando sempre più in voga proprio perché naturale, delicato ed ecologico.

    SugaringQuesto tipo di ceretta è particolarmente adatta a chi ha la pelle delicata e vanta numerosi benefici come:
    semplicità di realizzazione
    facile reperibilità degli ingredienti
    costi molto contenuti
    – rendere la pelle morbida e idratata

     

     

    Ingredienti:
    – 1 bicchiere e mezzo di zucchero di canna
    – 1 bicchiere di acqua
    – il succo di mezzo limone
    – 1 cucchiaino di miele
    1 pizzico di sale

    Come realizzare la ceretta fai da te:

    Gli ingredienti vanno versati in un pentolino anti-aderente e fatti bollire a fuoco lento per 10 minuti, mescolando 74-2765costantemente con un cucchiaio di legno. Questa fase di preparazione è la più importante perché da essa dipenderà la consistenza della ceretta e dunque la buona riuscita della nostra depilazione.
    Una volta che il composto avrà raggiunto un tonalità ambrata sarà giunto il momento si metterlo a raffreddare in un contenitore di vetro.

    Importante: in questa fase il composto è molto caldo, è bene quindi fare molta attenzione a non scottarsi. Mai riporre il composto in contenitori di plastica che potrebbero non resistere alle alte temperature e assolutamente mai metterlo sulla pelle finché non si sarà raffreddato.

    Quando la cera si sarà raffreddata e avrà raggiunto una consistenza morbida (né troppo liquida, né troppo densa) potremo iniziare a lavorarla con le mani finché risulterà più compatta e non resterà sulle dite. A questo punto, dopo aver fatto un nuovo controllo della temperatura adagiando al cera modellata sull’incavo del braccio, potremo stenderla sul punto da depilare. Non servono strisce: la cera va rimossa con un colpo deciso e così via, finché non avremo terminato la depilazione. Eventuali residui di cera sulla pelle andranno rimossa con acqua tiepida.

    ceretta1

    Il risulta è incredibile: la pelle risulterà soffice, morbida, ben depilata e l’eventuale rossore sparirà nel giro di poco.
    Essendo questo tipo di ceretta molto delicata e meno dolorosa di quella tradizionale, ben si presta anche ad essere utilizzata per la depilazione di zone molto sensibili come inguine, ascelle e baffetti: attenzione solo alla temperatura!